Senza categoria

Cosa trovo poetico

Ciò che trovo poetico sono ben poche cose.

Ma una svetta su tutte. Trovo decisamente poetico una finestra aperta con la tenda che si gonfia di una leggera brezza. Quando la finestra della mia stanza è aperta spero sempre che la sua tenda si gonfi quel tanto che basta per farmi immaginare delle belle storie.

Tenda che si gonfia
La tenda della mia stanza

Secondo me la tenda gonfia di aria salutare indica novità, vita nuova, cambiamenti d’aria e tutto ciò che è vecchio va via.

Quando la tenda è al gonfiore giusto, io già mi immagino lì di fronte intenta a leggere un buon libro. Ovviamente la giornata è fatta solo di una pioggia di sole dorato e caldo che mi accarezza la  guancia riscaldandomela fino ad arrivare al cuore e al cervello.

Mentre immagino me stessa in questa cornice poetica, riesco a trovare un’altra cosa poetica.

Mentre sono davanti alla finestra con la tenda gonfia, è poetico un libro aperto e l’ombra delle pagine di destra che si riflette sulle pagine di sinistra, sembra quasi che abbiano fretta di essere lette. Sono avide le pagine di un libro. Succhiano tutta la tua concentrazione per poi abbandonarti proprio sul più bello, rendendoti orfano ancora una volta senza che tu possa fare qualcosa.

Mentre sto leggendo il libro inondato di sole, predo appunti. Ed ecco la terza immagine poetica. E’ poetico il rumore di una penna quando scrive, perché, mentre graffia le pagine in maniera irreversibile, sembra che parli, anche se alcune volte abbaia. Quel rumore graffiante è la voce dei propri pensieri che inarrestabili vanno via dalla mente per non essere più dimenticati.

Cosa è per te poetico?

 

Angela